Cos’è che da senso alle nostre giornate, e spesso all’intera vita?

Gli obiettivi.

Che si tratti della tua vita privata o lavorativa, gli obiettivi sono la benzina nel tuo motore, senza, non avrai la spinta necessaria a muoverti. Hai presente quelle persone che una volta andati in pensione invecchiano precocemente? E’ perché hanno raggiunto il loro scopo, e cadono vittima delle abitudini.

Per evitare di cadere vittima della noia bisogna alimentare il nostro entusiasmo, e avere degli obiettivi da raggiungere ci porta, appunto, a essere entusiasti e a vivere meglio.

Cos’è un obiettivo?

Ma nello specifico, cos’è un obiettivo?
Un obiettivo di solito è un desiderio che vogliamo soddisfare, una meta da raggiungere.
Questo vuol dire chiedersi: chi voglio essere nella vita? Quali sono le cose che vorrei e per le quali sono disposto a lavorare duramente? Come voglio essere?
Rispondere a queste domande equivale ad inserire il percorso sul navigatore della tua vita. Un volta definita la visione, percorrere la strada verso i tuoi obiettivi diventerà molto più semplice.
Indubbiamente ci vuole buona volontà, costanza e si, un pizzico di fortuna, ma anche una buona dose di realismo e organizzazione aiuta. Per prima cosa bisogna stare con i piedi per terra e scindere i “sogni”, spesso irraggiungibili e poco concreti, dagli “obiettivi”, che sono sempre concreti, misurabili e raggiungibili.

Come si raggiungono gli obiettivi?

La maggior parte delle persone non raggiunge i propri obiettivi. Perchè? Perchè non li ha impostati o li ha impostati male. Se infatti manca l’idea di fondo, l’idea precisa sul “dove si vuole andare”, agire di conseguenza e muoversi in quella direzione diventerà impossibile.

Nel cercare i tuoi obiettivi, quindi, pensa alla tua vita in generale e poi scrivili da qualche parte, ti aiuterà a focalizzarli.
Una volta fatto questo il secondo passo da compiere è “il darsi una scadenza”, ovvero dividere gli obiettivi in base al tempo che potrai impiegare per raggiungerli.
Procedi seguendo questa linea:


Inizia fissando gli obiettivi a breve termine, dando importanza alle cose che vanno già bene, per esempio, conservare la forma fisica ( da notare che ho scritto conservare e non riguadagnare). Il raggiungimento di un obiettivo “facile” ti aiuterà in termini di entusiasmo.
Per quanto riguarda invece gli obiettivi a medio termine, fissa la realizzazione di un traguardo in uno di questi campi un po’ più impegnativi: lavoro, hobby, sport, relazioni personali.
Infine, per quanto riguarda gli obiettivi a lungo termine punta a qualcosa di veramente importante, qualcosa che ti aiuti a crescere come persona, puoi scegliere tra: l’autostima, il rapporto di coppia, l’integrazione sociale, la crescita professionale, la famiglia.

Adesso che li hai fissati e ordinati per fattibilità, ti resta solo un ultimo passo da compiere, definirli secondo questo schema:

Ora è tutto nelle tue mani. Agisci, e porta a termine quanto ti sei prefissato e, ricorda, lo schema precedente è applicabile anche al lavoro 😉

Rispondi