Ricordarti che stai parlando con una persona in carne e ossa, con dei bisogni e delle necessita, e poi con il “cliente”. I vantaggi che proponi, quindi, devono essere evidenti e chiari.

Ti faccio un esempio:

<< Con la tariffa che le proponiamo risparmierà sulla bolletta della luce>>

<< Grazie all’offerta che le propongo potrà risparmiare X € sulla bolletta della luce, senza vincoli sull’uso degli elettrodomestici. >>

Noti qualche differenza?

Il cliente percepisce i vantaggi che può capire e misurare facilmente, per questo è importantissimo fare delle domande e, ovviamente, ascoltare attentamente tutte le risposte. Solo così potrai fare delle proposte “desiderate” dal cliente, e vendere un prodotto che porterà nella sua vita dei benefici.

Alcuni degli interessi personali che motivano all’acquisto sono:

La comprensione dei benefici che la nostra offerta può portare al cliente è fondamentale, se l’interlocutore non percepisce quali sono i suoi vantaggi perde l’interesse.

Se perde l’interesse vede solo i costi.

Ogni cliente è unico e come tale va trattato, tienilo bene a mente.

Il venditore ha cambiato ruolo, ieri era un venditore di prodotti/servizi, oggi è un consulente che vende soluzioni ai problemi.

Rispondi